Centro Esse – Geometra Davide Padovani

From the blog

Piano cottura a induzione o a gas: quale scegliere? – papernest Italia

Piano cottura a induzione o a gas: quale scegliere? Se si vuole cambiare piano cottura, spesso la domanda che sorge è: piano cottura a induzione o a gas? Queste due tipologie differiscono non solo per la modalità di alimentazione, ma anche per il costo, i consumi, la comodità, la sicurezza e l’estetica.

Vediamo insieme le principali differenze fra le due tipologie.

Costi e consumi Il piano cottura a induzione è alimentato da energia elettrica. Facendo una stima di quanto mediamente potrebbe consumare un piano a induzione, ipotizziamo che il consumo annuo si aggiri sui 400/450 kWh di energia.Tenendo in considerazione che un kWh di energia sulla bolletta si traduce in un costo approssimativo di 0,17€, il costo finale ammonterebbe a circa 68/76€.
Oltre a questa spesa, bisogna considerare i costi del passaggio da una fornitura elettrica standard di 3 kW ad un potenziamento di 4,5kW o 6kW. E a tali costi è necessario aggiungere il costo del passaggio iniziale di attivazione di 200€ circa.

Dall’altro lato, il piano cottura a gas quanto consuma? Per riuscire ad ottenere con il gas lo stesso consumo di 400/450 kWh di energia elettrica, saranno necessari  76m3 di gas. Un m3 di gas ha un prezzo di 0,6/0,7€ sulla bolletta, ottenendo una spesa finale di 50€.

Attenzione però: scegliendo il piano a induzione, ed evitando quindi l’allacciamento al gas, potrete avere una sola ed unica bolletta dell’energia ottenendo un risparmio nei costi di gestione e amministrazione.

Costi di acquisto

Il piano cottura a induzione costa maggiormente rispetto al piano a gas. Se quest’ultimo parte da un prezzo di circa 100€, i piani a induzione partono dai 200€ circa. Una differenza non indifferente!

Ma ricorda che i piani cottura a induzione hanno diritto al bonus mobili (diritto prorogato dall’ultima legge di bilanci anche per gli acquisti del 2020): se ristrutturi casa puoi beneficiare di una detrazione fiscale del 50% sulla spesa.

Piano cottura a induzione: caratteristiche e funzionalità

Il piatto cottura a induzione è decisamente più elegante a livello estetico rispetto a quello a gas.

comandi sono semplici, intuitivi e spesso dotati di tecnologia touch. I tempi di cottura sono ridotti e il calore è distribuito in modo più omogeneo.

Un punto a favore per il piano cottura a induzione è in tema di sicurezza: evitando la fiamma si evitano spiacevoli scottature e il rischio di fuoriuscite accidentali di gas con rischio di intossicazione.

Anche in termini di praticità di pulizia, il piano cottura a induzione vince a mani bassi su quello a gas.

Ricorda però che per il piano cottura a induzione è necessario utilizzare pentole ideate per questa tipologia di alimentazione. Queste pentole sul fondo hanno un banda ferrosa in grado di attrarre le bobine magnetico del piano cottura. Il costo è più elevato rispetto alle pentole tradizionali utilizzate nei piani cottura a gas.

Sorgente: Piano cottura a induzione o a gas: quale scegliere? – papernest Italia